sábado, 9 de junio de 2012

La filosofia del sig. Rocco Bruno


Rocco Bruno PISTIS SOPHIA
i suoi libri
Educazione Fondamentale
Ma ce la possiamo fare

Proporrei a questo luminare, Rocco Bruno, di essere un po più innnovativo nell'esposizione degli argomenti. Ho ascoltato le sue lezioni di filosofia contraddittoria, e l'ho posto a confronto con quella vera, quella portataci dai veri luminari, cioè coloro che hanno saputo rispondere ai vari interrogativi della vita. Di coloro che ci hanno parlato di come bisogna capire e ascendere attraverso i principi planetari, universali, cosmici, alla Luce Eterna e principio di ogni cosa,quello che comunemente anche lui, spero che ci creda, in verità non ho ancora capito se si o meno, dovrebbe chiamarsi Dio. Altra cosa che spero per tutti,e che non paghiate l'ingresso.Io non mi sentirei onestamente di mantenere qualcuno, che espone concetti strani, allontanandomi dai veri valori della vita, per essere sostituiti dalle facili deduzioni celebrali, di chi non gli interessa proprio nulla.
Non mi sentirei sereno, sapendo di mantenere anche con il mio contributo,vivo un concetto, che deve o dovrebbe rendere libero l'uomo, passando per una razionalità celebrale attraverso il proprio tornaconto.
Mi sembra di sentire gli studiosi della disciplina filosofica orientale buddista del Sutra del Loto, quella di Nichiren Daishonin “le spade del bene e del male”,che attraverso Namu myòhò renge kyò” e il Gosho Zenshu praticatano all'interno della SOGA GAKKAI. Una sorta di filosofia basata su di un IO interiore, che ti cancella la Dività, la parte eterna ed immutabile, ad immagine e somiglianza del creatore, dell'ordine assoluto, che non può mai morire neanche se lo desideri,per essere sostituita con un protagonismo interiore, che si sente grande, ma in realtà è quello di una patata, che ti illude di trovare attraverso i sensi e il ragionamento mentale, un eqilibrio psicho-fisico di auto convincimento, che tutto è frutto della tua mente. Mi sembra anche di sentire, attraverso quest'uomo, i costruttori del “TITANIC”, che si vantavano della loro superba creazione e di credere fermamente in loro stessi, fino al punto di bestemmiare e di sfidare con la frase ...INAFFONDABILE , NEANCHE DIO LO PUO' AFFONDARE...Ebbene alla prima imperversia, senza bisogno che Dio muovesse un dito, (MI PERDONERA') colò a picco...Lei caro amico, mi ricorda con le sue prediche, questo tipo di concezione filosofale, l'uomo al centro dell'universo, con arroganza e convinzione che può muture tutto, come e quando vuole...Ebbene no...!! L'uomo deve sapere che fa parte di un ordine, che ha delle responsabilità dinnanzi ALLA PERFEZIONE ASSOLUTA, e deve dare conto, come in un condominio a tutto quello che genera, anche agli altri abitanti che si stanno preoccupando del suo operato nello e dello stesso condominio. L'uomo ha perso la bussola, e solo attraverso la presa di coscienza di eterne ed immutabili leggi, può e deve scoprire come disse il Maestro di tutte le verità universali "Voi siete Dei e farete cose più grandi di Me".
L'uomo deve sapere della Terra che lo ospita,del Sole,dell'Universo, di come e come deve occupare il suo posto altruisticamente nell'Edificio Cosmico. Chi siamo, da dove proveniamo,dove andiamo.Che cos'è l'apocalisse, la fine dei tempi, il futuro dell'umanità. Cosa ci riserva il futuro, se continuiamo di questo passo. Allarmismo no..! Ma presa di coscienza si..! Noi a tutte queste domande, crediamo di aver avuto delle risposte, che non abbiamo però purtroppo riscontrato nelle sue lezioni di “Educazione Fondamentale”.”...”Ma ce la possiamo fare”.
A cosa dovremmo Educarci Fondamentalmente..!? Se manca la presa di coscienza su quello che ho appena esposto.!? E come possiamo farcela, se sappiamo solo sommare du misere unità presenti nell'universo sconfinato dei numeri.!?
Abbiamo avuto queste risposte e ad altro, proprio da questi Esseri di Luce che lei si burla, e uno di questi é proprio Ashtar Sheran, il nominativo che lei cita non è quello che noi conosciamo, anche se porta lo stesso nome e cognome, ma quello di cui ci pregiamo di aver conosciuto attraverso Eugenio Siragusa è un'altro, e che farebbe bene ad essere prudente e non a schernirlo. Leggete quanto accadde nella seconda metà degli anni “70:

                                                  Adoniesis ed Eugenio

Fra gli eventi prefissati nel programma, si portò a termine un filmato per una trasmissione televisiva specializzata in parapsicologia ed ufologia. Eugenio Siragusa era intervistato in uno degli studi e quando il conduttore fece allusione ai visitatori dello spazio e alle loro sembianze fisiche, il produttore comandò al regista di mandare in onda le fotografie di due extraterrestri; le fotografie erano di propiretà del Centro Studi Fratellanza Cosmica. In quel preciso momento si produsse un blocco totale delle centraline telefoniche e la Televisione Spagnola rimase senza comunicazione con l'esterno. La corrente elettrica si staccò e andarono fuori uso una telecamera e il video nel quale si stava registrando il programma. Finita l'intervista, Eugenio Siragusa e i suoi accompagnatori ritornarono all'albergo. Durante il percorso, Eugenio domandò che cosa fosse accaduto durante la registrazione. La sua segretaria internazionale, di lingua spagnola, gli confessò :
  • sentivo dolore alla nuca, adesso sento di doverti dire qualcosa, : nello studio c'era un signore, quello che passava le fotografie, che quando ha visto quelle di Adoniesis e di Asthar Sheran ha detto : Ti metto le foto del “Gato”(Riferendosi ad Adoniesis) e del “Marica”(Riferendosi ad Ashtar Sheran che significa Gay) È stato in quell'istante che è avvenuto il blackout e si è interrotta la registrazione.
Eugenio Siragusa ritornò immediatamente alla T.V.E.,(Televione nazionale Spagnola) entrò direttamente nello studio, dove si continuava a registrare un altro programma e dirigendosi verso il direttore, gli disse :
  • La trasmissione viene cancellata. Le proibisco assolutamente di mettere l'intervista o farne qualsiasi uso, sia della pellicola o delle fotografie che le ho mostrato.
Dopo domandò della persona che aveva usato quelle particolari espressioni. Quando arrivò in sua presenza, guardandolo fisso negli occhi, gli disse:
  • Lei conosce quello che è la giustizia?- Lo ripeté nuovamente- : Lei sa quello che è la giustizia?
L'interpellato, pallido, giurava e continuava a smentire, dicendo che lui non aveva utilizzato la parola”Marica”, forse poteva aver detto “Gato”... Siragusa, senza togliergli lo sguardo di dosso, aggiunse :
  • Lei non sa quello che è la giustizia. Voi non sapete quello che è la giustizia.
Poi, girandosi, se ne andò. Di ritorno all'albergo, commentò con l'autista della macchina:
  • Lei mi ha fatto un grande favore permettendomi di ritornare in tempo per rettificare.
Chiusa parentesi...Come recita il proverbio... “Da buoni intenditori poche parole”...


                                                               Ashtar Sheran ed Eugenio 


Possiamo quindi in definitiva concludere, le vere Leggi Universali e i principi fondamentali dell'auto realizzazione interiore dell'uomo, si trovano e si basano su concetti semplici , concreti e per tutti, e non come qualcuno commenta sulla sua figura “NON PER TUTTI...FATE MOLTA ATTENZIONE A QUELLO CHE DICE QUESTO SIGNORE”... Infatti abbiamo spiegato e posto in riflessione di fare molta attenzione a quello che dice, anche perché passa tutto attraverso il suo giudizio. Quando invece è stato detto... “Non giudicate se non volte essere giudicati”...

Filippo Bongiovanni


"Voi siete Dei e farete cose più grandi di Me".

È stato detto "Siete a sua Immagine e Somiglianza". Non vi è Verità più grande. Ma voi, figli del mondo, non avete capito, o se avete intuito, non avete recepito la Reale Immagine e la Vera somiglianza con il Cosmo e la sua Luce Creante. Voi, noi e tutti gli spiriti viventi nel corpo Cosmico e in tutte le dimensioni, abitacoli della Intelligenza Creante, altro non siamo che delle microscopiche particelle della macrocosmica Natura dell'Infinito, dell'Eterno, di Colui che è sempre Onnisciente, Onnipresente e Onnipotente. L'Essere Dio significa raggiungimento delle Assolute Conoscenze della Legge Creante e strumento Cosciente dello Spirito Santo. È vero che Dio è in voi, in noi e in ogni cosa, ed è anche vero che se così non fosse, non sarebbe né Onnisciente, né Onnipresente, né Onnipotente. Capite? Come vi abbiamo già detto, nell'Energia dell'Atomo Primario (Idrogeno) risiede la Forza Creante, così come risiede l'Intelligenza Divina dell'Essere
Androgeno DIO come voi lo chiamate. "Voi siete Dei e farete cose più grandi di Me". Anche in voi, figli del mondo, risiede, indistruttibile, la sua immagine e somiglianza, essendo in voi la Potenza dell'Energia, dell'Intelligenza e della Forza dello Spirito Creante.

Dalla Cristall-Bell Woodok
e i suoi fratelli vi augurano Giustizia-Pace- Amore
Nicolosi, 6 Novembre 1978
Eugenio Siragusa

Lasciatevi governare dagli insegnamentiche vi sono stati dati. 
Non fate ciò che gli altri vogliono che facciate.

Siate saldi nella Fede e lasciatevi governare dagli insegnamenti che vi sono stati dati.Ricordatevi di non dare 
perle ai porci.Il migliore modo di adeguarvi al nuovo stato di vibrazione astrale, è quello di non farvi influenzare 
da coloro che non riescono a superare i Valori Basilari per una predisposizione valida, atta ad accettare la nuova 
posizione vibratoria evolutiva. Molti credono facile simile adattamento e vorrebbero raggiungere la cima del monte senza salire, questo non è possibile per subire gli effetti della causa purificatrice occorre una serie di realizzazioni che vi abbiamo insegnato.Abbiamo notato gli imperdonabili errori di coloro che avevano creduto nella completa realizzazione del Sé superiore. Non hanno capito nulla! Se volete che da un pezzo di legno si faccia un calice, bisogna che il legno venga lavorato perché diventi calice e non un'altra cosa. Realizzare vuol dire essere calice. Senza lavorare il legno così come deve essere lavorato, è inutile perdere tempo.Ci auguriamo che abbiate capito.

Hoara dalla Cristall-Bell
Nicolosi, 10 Ottobre 1978
Eugenio Siragusa



Nelle Grazie del Padre

Chi si è risvegliato nella Verità ed ha ricevuto il Battesimo del Fuoco Divino, è già nelle Grazie del Padre che è nei Cieli.
Il Santo Spirito li ha resi liberi dal mondo delle illusioni, divenendo così sale e lievito di una Vita destinata ad innalzare il tabernacolo della Gloria di Cristo e dei suoi Profeti in Terra.
Il pelo candido della Saggezza cresce e la Sapienza li conduce verso la Legge che il Maestro dei Maestri ha deposto nei loro cuori ferventi di Fede e di Speranza.
Il mio Manto li copre e li preserva e i miei Angeli li consolano e guardano i loro passi. La Saldezza dei loro Spiriti è solidamente vincolata nella Luce che è stata loro concessa per essere privi di tentazioni.
I loro pensieri e i loro sguardi sono fissi là ove risiede la loro Eterna Libertà e la loro Immutabile Beatitudine.

Dal Cielo alla Terra
Nicolosi, 15 Agosto 1979 ore 10,05
Eugenio Siragusa



No hay comentarios:

Publicar un comentario